Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Cliccando su pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto

Trattamento dei disturbi al tendine d’Achille

Sono diversi i disturbi della catena posteriore che coinvolgono il tendine di Achille. Ecco perché è un bene avere il paziente in questa posizione sul lettino MITO per avere dell’allungamento della catena posteriore. Adesso, con il TCare possiamo iniziare a trattare localmente il tendine d’Achille. Per esempio con il modo resistivo. Ma prima avremmo dovuto fare un riscaldamento del muscolo gastrocnemio e del muscolo sileio per rilassarli un po’ di più.

Ai fini di questa dimostrazione vorrei dimostrarvi come possiamo iniziare a lavorare qui, nel tendine di achille. E possiamo combinare questo con dell’allungamento, e del movimento all’insù e all’in giù. In combinazione possiamo anche chiedere al paziente di raccogliere il mento il che aumenta il lavoro sulla catena posteriore. Possiamo anche mantenere fermo il manipolo resistivo, in posizione, e lavorare sugli allungamenti. Possiamo lasciarlo qui e lasciare che l’energia fluisca dalla placca passiva sotto la gamba alla fascia. Teniamo il paziente in posizione e possiamo aggiungere dell’allungamento e lavorare in questa posizione. Nel frattempo il paziente tiene il mento raccolto così che la catena posteriore sia in tensione.

___

Per ulteriori informazioni sul mondo Chinesport, visita il nostro sito Web ufficiale: https://www.chinesport.it

© project by Web industry