Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la
cookie policy
Cliccando su pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto

Rilascio dei flessori dell'anca e della catena miofasciale posteriore

I pazienti con dolori alla parte bassa della schiena spesso hanno i muscoli intorno alle pelvi e alla colonna contratti. Una cosa che possiamo fare è allungare questi muscoli morbidamente, come una specie di stretching. Questo è tipico del muscolo psoas che possiamo iniziare ad allungare in questa maniera. Se vogliamo aggiungere ancora un po’ di stiramento, ancora un po’ di allungamento, allora possiamo adottare questa posizione. Così, possiamo tirare questa su, ancora più in alto. E così aumentiamo l’allungamento e lo stretching ancora di più. Possiamo agire più attivamente, per esempio, spingendo. Il paziente spinge la gamba all’ingiù. Alcune tecniche PNF, lasciando che la gravità faccia il suo lavoro e rendendo la vita del fisioterapista molto più facile. Siamo molto più in controllo dei movimenti che stiamo facendo e della qualità dei movimenti e dello stretching che provvediamo per il nostro paziente.

In una seconda fase possiamo allungare il muscolo ischiocrurale. Questo è un problema per le persone con dolore cronico alla parte bassa della schiena. Possiamo alzare questa parte, sempre molto gentilmente per assicurarci che non ci siano delle rotazioni. Per l’allungamento del muscolo ischiocrurale lasciamo che sia la gravità a fare il suo lavoro. Lasciamo che il paziente si rilassi e respiri durante l’allungamento. Letteralmente possiamo lasciare il nostro paziente a sedere qui per un paio di minuti. Rendendo la nostra vita molto più facile. Potete vedere quanto sia facile per me muovere tutti i diversi segmenti, molto semplice. Se abbiamo bisogno di più allungamento, possiamo abbassare un po’. Possiamo controllare la qualità del movimento. Allunghiamo le gambe, ecco.

Se vogliamo continuare con gli esercizi di respirazione, visto che la respirazione è molto strettamente collegata ai problemi della catena posteriore, alla catena dei muscoli posteriori, possiamo aggiungere della respirazione. Usare la respirazione addominale, la respirazione profonda. Sono tre fasi. Con questo allungamento qui possiamo fare per alcuni minuti per raggiungere dei buonissimi risultati. Ora facciamo tornare il nostro paziente ad una posizione più rilassata.

___

Tutte le tecniche con il lettino Mi.TO, presentate in questo video ed altri della serie, sono descritte con grande dettaglio in un libro. In questa guida potete trovare anche molte altre tecniche e sequenze per diverse patologie, anche per la rigenerazione sportiva. Chinesport e l’Accademia della Postura Globale propongono infine dei corsi di preparazione in tutto il mondo. Entrate in contatto con Chinesport se volete avere anche informazioni sui possibili corsi. Se volete saperne di più sulle sequenze di attività che possiamo fare con il lettino terapeutico Mi.TO: https://www.chinesport.it/go/02160

Per ulteriori informazioni sul mondo Chinesport, visitare il nostro sito Web ufficiale: https://www.chinesport.it

© project by Web industry